#backto44

#backto44 | Breve aggiornamento

Sabato mattina. Potrebbe essere uno come tanti, ma mentre mi godo la mia colazione sorseggiando lentamente la tisana detox penso che mi sento bene, come non mi sentivo così da tempo, e queste sensazioni positive meritano una condivisione.

colazione weekend

Il mio percorso continua, tra alti e bassi, tra attacchi di fame e di pigrizia. Però i risultati ci sono, si vedono e li sento, e mi sento bene col mio corpo.

Il mal di schiena è scomparso, così come le gambe gonfie e la gastrite. Riesco a trovare un equilibrio anche quando esagero col cibo in una serata o giornata tra amici.

Bevo tanto, molto più di quanto facessi in passato, anche tisane e thè, al mattino e a sera principalmente. Infatti credo di dedicare prossimamente un post alle mie tisane preferite. Mangio frutta al mattino, ho eliminato le farine bianche a vantaggio di quelle integrali che trovo anche più saporite, pochi latticini e perlopiù magri. Via la carne rossa (o solo in rarissime occasione quando sono a cena fuori), tanta verdura e tante passeggiate, soprattutto alla sera al ritorno dal lavoro: mi aiutano a sentirmi più leggera, dal peso della giornata lavorativa e dalla coscienza che mi dice che mi muovo sempre troppo poco.

Sì dovrei fare molto più movimento, anche a casa, lo so, mi devo impegnare di più…

Ma questa è la ricetta che mi ha portato a sentirmi davvero meglio, ad avere voglia di fare shopping e comprare cose nuove, a guardare anche video di outfit oltre che di make up!

E volevo condividerla, anche se può essere la mia personalissima ricetta dello stare bene con se stessi. Ma può essere di spunto per chi come me ha affrontato periodi un pò bui in cui non riusciva a guardarsi allo specchio senza avere una sensazione di disagio, o entrare in un negozio e non comprare nulla perché non si vedeva bene nemmeno con una maglietta nuova addosso.

Bisogna avere una buona dose di forza d’animo, un po’ di impegno, non aspettarsi da se stesse il cambiamento drastico in pochi giorni, ascoltare il proprio corpo e averne molta cura. E farsi guidare da un nutrizionista, un professionista fidato che riesce ad instradarti lungo un percorso di rinascita, lento ma costante.

E i risultati si vedranno, e faranno bene al cuore.

Buon weekend!

Chiacchiere in libertà

Tips | Consigli per le beginners del make up

Prendo ispirazione da questo post di Temptalia nel quale prova a dare dei piccoli suggerimenti per le ragazze che si approcciano al make up.

Io ho iniziato a truccarmi a 15 anni, ma adoravo il make up da quando ero bambina, e non vedevo l’ora di crescere per poter iniziare a truccarmi come volevo! Ho iniziato in maniera graduale, con un prodotto alla volta, prima il rossetto, poi il mascara, poi l’eyeliner… Guardandomi indietro però eviterei degli errori che ho fatto, ma che non mi rendevo conto fossero tali, e provo a riassumerli e condividerli.

  1. Non è necessario sentirsi in competizione con le amiche perchè loro magari si truccano più e meglio di te, e non è detto che il loro stile di make up sia giusto o sbagliato rispetto al tuo. Scegliete un vostro stile, quello che vi fa sentire meglio e più belle, e portatelo avanti. Potete anche essere belle con un filo di mascara, ma sarete voi e non l’imitazione mal riuscita di qualcun altro.
  2. Non bisogna comprare tantissimi prodotti solo perchè le tue Youtubers preferite li utilizzano per truccarsi. Soprattutto da adolescenti la pelle è bellissima al naturale, e se c’è bisogno di coprire qualche imperfezione (come è del tutto naturale che appaiano, io ne ho ancora in abbondanza all’età di 35 anni) basta farlo con un po’ di correttore e via, come insegna la mia Youtuber preferita Lisa Eldridge. E aggiungerei anche, scegli pochi prodotti ma buoni!
  3. Struccarsi bene è il primo passo per una pelle sana, e più la pelle è sana e meno sarà necessario truccarsi tanto 😉 Perdere quei 5 minuti in più a sera per struccarsi ben bene prima di andare a letto aiuta la pelle a respirare, a disintossicarsi e liberarsi da tutti i siliconi e i prodotti invasivi che abbiamo avuto sul viso per la maggior parte della giornata, e a respirare! E’ uno step molto importante della skincare routine, da non sottovalutare.

Spero di esserti stata utile e averti dato qualche spunto interessante.

E tu? Quando hai iniziato a truccarti? Quali suggerimenti daresti alle beginners?

Siete tutte taggate!!

Alla prossima! 🙂

Chiacchiere in libertà

Agenda 2017… Bye bye carta!

Approfitto di una pausa pranzo in ufficio per raccontare di come ho organizzato la mia agenda per il 2017, rigorosamente paperless!

Sì, per quest’anno ho deciso di mettere da parte carta, penna, Moleskine e Filofax e provare (dico provare perchè potrei sempre cambiare idea) ad utilizzare gli strumenti di organizzazione che la tecnologia web mette a disposizione, così da sincronizzare anche tutto su mobile e portare tutto sempre con me.

I miei calendari sono Google Calendar, associato al mio indirizzo di posta elettronica Gmail, e il Calendario iCloud associato al mio account iCloud, entrambi sincronizzati ma con contenuti differenti.

Nel Calendario iCloud ho inserito tutte le scadenze relative alla casa, come il pagamento dell’affitto e delle bollette, o altre scadenze organizzative per la gestione della casa. Vivendo da sola ne ho bisogno per non rischiare di lasciarmi indietro qualche pagamento o incombenza burocratica. Inoltre ho aggiunto un calendario salute con tutte le visite mediche o i controlli di routine e un calendario vacanze dove ho inserito tutti i ponti e le ferie, per poter pianificare al meglio le mie vacanze e i miei momenti liberi.

Il calendario Google invece contiene i promemoria di tutte quelle piccole azioni quotidiane che rischierei di dimenticare senza un alert sul cell che mi ricorda di compierle, cose del tipo “butta la spazzatura!” o “compra il latte!”… 🙂 Novità di questo 2017 è che ho deciso di seguire anche un meal planning, che ho inserito come calendario in Google, all’interno del quale organizzo il menù della settimana, così da avere chiaro cosa devo mangiare e la spesa da fare. Infine ho inserito un calendario editoriale per il blog, dove segno tutte le idee di post da pubblicare, cercando quanto più possibile di rispettarlo, cosa che a volte mi viene difficile fare, apprezzate lo sforzo!

Per le mie to do list quotidiane o per prendere nota di qualcosa utilizzo le app Note e Promemoria sul mio iPhone 6s, mentre per l’organizzazione di progetti più complessi, personali e professionali, utilizzo la app Wunderlist, in versione desktop e mobile. Per appuntarmi pagine o notizie trovate qua e là sul web la migliore secondo me rimane Evernote, sempre in versione desktop e mobile.

Per ora, dopo un mese di test, posso dirmi di trovarmi bene con questo tipo di organizzazione agenda. E’ molto flessibile, molto veloce, sempre sincronizzata, e meno dispendiosa del dover utilizzare carta, agenda e penne colorate, che per carità sono carine ma portano via tanto tempo e soldini inutili, diciamoci la verità. 🙂

Fatemi sapere cosa ne pensate, aspetto i vostri spunti e spero di esservi stata utile in qualche modo con questo breve post… A presto!!

P.S. per altri spunti su come organizzare la propria agenda digitale consiglio di visitare questo blog http://simplifydays.com/, che è stata la mia principale fonte di ispirazione con consigli utili per organizzarsi la vita e interessenti template gratuiti per Evernote.

 

 

 

 

#backto44

#backto44 – Primi risultati

E’ da un bel po’ che non scrivo, qualche pensiero di troppo mi ha distratto dal blog. Però volevo condividere brevemente le prime piccole soddisfazioni nel mio percorso di dimagrimento, per tornare a stare bene con me stessa.

Settimana scorsa il primo controllo. -3,5kg, di cui 3 di massa grassa. Ma soprattutto la soddisfazione di sentirmi più leggera, di non avere disturbi allo stomaco, di non prendere più peso anche se mangio qualcosina di troppo o sono costretta a mangiare fuori per lavoro.

Ho ritrovato il piacere di muovermi di più, di scrollarmi di dosso la mia pigrizia cronica. Certo, uno step alla volta, un obiettivo dopo l’altro, non sono mai stata nè credo diventerò una sportiva o una runner, ma ho ritrovato il piacere di una camminata a passo sostenuto, di un workout a casa, di fare gli scalini senza il fiatone. Il mio migliore amico è diventato il Fitbit, col quale riesco a monitorare tutti i miei movimenti ed aggiustare il tiro dove serve, e riesco così ad impormi sempre nuovi obiettivi e traguardi.

Al prossimo aggiornamento!

#backto44

#bakto44 – L’obiettivo

Oggi la realtà mi è stata sbattuta in faccia.

Un numero, i chili che dovrò perdere per raggiungere il traguardo. 14.

Non sono tanti, ma nemmeno pochi. Questo numero mi ha fatto aprire gli occhi, capire che ho sottovalutato la situazione per non guardare in faccia la realtà. Fa più comodo essere pigra, pensare di stare bene e tirare avanti, dare la colpa alle taglie di Zara e H&M se un pantalone non ti sale come dovrebbe, o ti stringe troppo in vita.

No, oggi ho realizzato che sono io a dover fare qualcosa, tanto. Più di quanto abbia fatto in passato.

Ma voglio sentirmi meglio, sentirmi più bella nei miei vestiti, anche nel mio make up.

Inizia il viaggio…

#backto44

#backto44 – Il me time

Divano, copertina, tisana, TV, relax.

Di venerdì sera mi fermo sempre a pensare a quanto sia importante e necessario prendersi del tempo per se stesse, obbligarsi a farlo per non essere risucchiate dal vortice della quotidianità, per ritrovarsi e non lasciarsi andare.

Passare un fine settimana a fare cose semplici, riordinare casa per riordinare le idee, leggere, uscire anche solo per il gusto di truccarsi, fare dei workout per sciogliere le tensioni e i muscoli, cucinare, organizzare la settimana successiva su un planner.

Questo per me è “me time”, tempo che mi aiuta a focalizzarmi e ascoltarmi, a capire che posso fare meglio e badare meglio a me stessa, che posso sentirmi meglio e affrontare le cose con più sicurezza.

Ed è parte integrante del mio personale percorso verso il sentirmi meglio con me stessa.